Nuova carta di identità elettronica (CIE)

Dal 3 aprile anche il Comune di Ozzano rilascia la nuova carta di identità elettronica (CIE). Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza.
Nuova carta di identità elettronica (CIE)

Dal 3 aprile 2018 anche nel nostro Comune prende il via il rilascio delle carte d’identità elettroniche (CIE). Un passo avanti innovativo, con maggiori garanzie di sicurezza rispetto al documento cartaceo, e soprattutto in linea con gli altri Paesi europei. La carta d’identità elettronica è una novità, disposta dal Ministero dell’Interno, alla quale tutti i Comuni italiani si stanno adeguando.

Cos’è, a cosa serve e come è fatta la carta di identità elettronica (CIE): 
La carta d’identità elettronica è grande come una carta di credito, è realizzata su un supporto in policarbonato con ologrammi, sfondi di sicurezza e microscritture, che ne incrementano la sicurezza.

La carta ha un microprocessore a radio frequenza che consente la protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte del titolare. Questa tecnologia rende il documento molto più sicuro di quello cartaceo soprattutto rispetto al rischio di contraffazione.

Come si ottiene la carta di identità elettronica (CIE): 

Per richiedere la nuova carta d’identità elettronica è obbligatorio prendere un appuntamento con lo sportello URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) presso il Municipio - viale della Repubblica, 10 - tel. 051791377. 

Sarà necessario, come sempre, presentarsi con:

- il vecchio documento (o con la denuncia di smarrimento o furto in originale più una sua fotocopia per gli uffici),

- una foto tessera in formato cartaceo

- tessera sanitaria/codice fiscale

- 22 euro in contanti.

Per i cittadini stranieri, oltre ai documenti già indicati, occorre anche la dimostrazione della regolarità del soggiorno. 

Oltre alla procedura normale di identificazione, sarà necessario fornire all’operatore le impronte del dito indice di entrambe le mani.

I cittadini che lo desiderano, se maggiorenni, al momento del rilascio della carta di identità elettronica, possono esprimere la propria volontà in merito alla donazione di organi.

L’emissione della CIE vale anche per i minorenni, per i quali restano in vigore le validità fissate già per il documento cartaceo.

Il costo per il rilascio, stabilito dal Ministero degli Interni, sarebbe di 22,21 euro, di cui 16,79 spettano allo Stato, mentre i rimanenti 5,16 sono costituiti dal diritto fisso (già previsto anche per la carta d'identità cartacea) e 0,26 per i diritti di segreteria, anch’essi già previsti in precedenza.

A Ozzano, invece, la carta d’identità elettronica costerà 22 euro: la Giunta comunale ha infatti deciso di abbassare il diritto fisso per la nuova CIE: i 22 euro dovranno essere corrisposti in contanti allo sportello. Al cittadino sarà poi rilasciato un riepilogo dei dati ricevuti.

La carta d’identità elettronica non verrà consegnata direttamente allo sportello come avveniva per il documento cartaceo, ma verrà spedita a casa, tramite raccomandata, entro sei giorni lavorativi dall’emissione. La carta viene stampata materialmente dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e consegnata all’indirizzo indicato dal richiedente (che potrà avvalersi anche di un delegato al ritiro).

Se il cittadino non è in casa al momento dell’arrivo della raccomandata, troverà la ricevuta e potrà recarsi alle Poste per ritirare la propria carta d’identità elettronica. Le carte non ritirate, dopo un periodo di giacenza, vengono inoltrate all’Ufficio Relazioni con il Pubblico. 

Come deve essere la foto

Il Ministero dell'Interno ha comunicato che dal 24 luglio  verrà introdotto un ulteriore controllo sulle foto  in sede di rilascio della carta di identità elettronica.

Verrà, cioè, verificata la conformità della foto del volto alle linee guida ICAO 9303 (uniformando quindi i criteri a quelli già previsti per il rilascio del passaporto e per la patente di guida). In buona sostanza le foto dovranno avere le seguenti caratteristiche (peraltro già obbligatorie, ma dal 24 luglio il sistema informatico effettua il controllo che, se non viene superato, impedisce il rilascio della C.I.E.):

  1. La foto deve essere di tipo "Immagine Frontale", così come definito dagli standard ICAO 9303 e ISO 19794-5.

  2. La foto deve essere recente (non più di sei mesi).

  3. La dimensione della foto deve essere 40-45 mm di altezza per 32-35 mm di larghezza.

  4. La dimensione della foto tessera è definita dalla dimensione del riquadro del cartellino dove va affissa la foto per l'acquisizione automatica della stessa, da parte del software.

  5. La foto non deve avere scritte e non deve essere danneggiata.

  6. La foto dovrà essere stampata su carta di alta qualità e risoluzione; si consiglia carta di tipo opaco. (quest'ultimo è un suggerimento per ottenere una qualità della foto tale da poterla elaborare con il software automatico senza particolari problemi di acquisizione)

  7. La foto deve riportare solo il soggetto, non devono essere visibili altri oggetti e altri soggetti

  8. La foto deve mostrare interamente la testa e la sommità delle spalle, in modo che l'altezza della testa sia compresa tra 28 mm e 32 mm. In questo modo si ottiene una foto ben centrata, che non risulta né troppo "vicina" né troppo lontana.

  9. Il viso non deve essere inclinato né lateralmente né verticalmente e non sono ammesse posizioni “artistiche” (niente viso girato, profili, spalle alzate, etc.); l'inquadratura deve essere frontale, lo sguardo rivolto verso l'obiettivo.

  10. La testa deve essere centrata verticalmente

  11. Gli occhi devono essere ben visibili, non sono ammesse foto con effetto occhi rossi o chiusi

  12. Non ci devono essere ombre né sul viso né sullo sfondo che deve essere uniformemente illuminato

  13. I colori devono essere naturali, non sono ammesse foto con colorazioni diverse da quelle reali

  14. Non sono ammessi copricapi di alcun genere a parte quelli portati per motivi religiosi; anche in tal caso comunque è necessario mostrare chiaramente il viso

  15. Gli occhi o altre parti del viso non devono essere coperti da capelli

  16. Non sono ammessi occhiali con lenti colorate, le lenti devono essere trasparenti in modo che gli occhi siano ben visibili.

  17. La montatura degli occhiali non deve coprire gli occhi.

     

    A seguito dell'aggiornamento del sistema, nel caso in cui la foto non dovesse rispondere ai predetti criteri quindi non superare il controllo automatico, l'interessato dovrà produrre una nuova foto.

 

I casi eccezionali in cui si rilascia la carta d’identità cartacea
Sulla base delle disposizioni del Viminale, il Comune di Ozzano (come gli altri Comuni) deve abbandonare la modalità di emissione delle carte d’identità cartacee salvo i casi di reale e documentata urgenza segnalati e dimostrati allo sportello dal cittadino richiedente, oltre ai casi in cui il cittadino sia iscritto all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).

Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate in precedenza restano valide fino alla loro data di scadenza.

 

Data dell'articolo: 

23 Marzo 2018

Note: 

Info e prenotazioni. 051791377 - urp@comune.ozzano.bo.it