Svincoli aree PEEP

Diritto di Superficie e Diritto di Proprietà - PIP

PEEP

I Cittadini del Comune di Ozzano dell'Emilia, proprietari di alloggi Peep costruiti in diritto di superficie, hanno l'opportunità di diventare pieni proprietari della loro abitazione acquistando, per la quota millesimale di possesso, l'area di sedime e di pertinenza sul quale insiste l'edificio ossia dell'area concessa in diritto di superficie ed eliminando i vincoli convenzionali riguardanti le limitazioni del prezzo di vendita e del canone di locazione attraverso il pagamento al Comune di un corrispettivo.

Pari opportunità è data ai Cittadini proprietari di immobili costruiti in diritto di proprietà soggetti anch'essi a vincoli e limitazioni di godimento per i quali è possibile, sempre attraverso il pagamento al Comune di un corrispettivo, estinguere completamente detti vincoli e limitazioni.

 

 

Faq

  1. E' obbligatorio presentare la domanda di trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà ovvero di rimozione dei vincoli e delle limitazioni di godimento sulle aree concesse in diritto di proprietà?

    Non è obbligatorio, si tratta di un'opportunità.

  2. Se decido di sfruttare l'opportunità offerta dall'Amministrazione che vantaggi ho?

    Divento pieno proprietario dell'alloggio senza più vincoli di prezzo di vendita o locazione e di requisiti soggettivi di idoneità per possibili acquirenti o conduttori, oltre all'estinzione del diritto di prelazione a favore del Comune se esistente. Accresco così il valore di investimento dell'immobile di mia proprietà che passa così al libero mercato immobiliare.

  3. Si può concordare dilazione di pagamento?

    Non è prevista una dilazione del pagamento.

  4. E' possibile avviare una trattativa privata per concordare il prezzo?

    Non è possibile intavolare trattative private con l'Amministrazione in quanto la legge definisce compiutamente come si deve calcolare il valore e non prevede la possibilità di scelte discrezionali da parte dell'Amministrazione stessa se non l'eventuale applicazione degli abbattimenti nel calcolo del valore stesso che devono però essere stati preventivamente deliberati dalla Giunta Comunale in linea generale.

  5. Ci sono dei nominativi di notai ai quali rivolgersi?

    Ogni cittadino può rivolgersi al proprio Notaio di fiducia.

  6. Se decido di presentare la domanda cosa devo fare? Quali sono i tempi previsti dall'iter?

    Le domande devono essere presentate su modello appositamente predisposto reperibile sul sito del Comune e presentate all'Ufficio Relazioni con il Pubblico accompagnate da una auto-dichiarazione attestante la proprietà dell'alloggio o di altra unità immobiliare a diversa destinazione.

    Successivamente, nel termine di 30 giorni dal ricevimento della domanda e con raccomandata A/R, il Comune comunicherà l'importo del corrispettivo dovuto per l'unità immobiliare oggetto di richiesta.

    L'interessato, nel termine di 60 giorni da ricevimento della comunicazione pena la decadenza dell'offerta e fatta salva la possibilità di presentare una nuova domanda, può accettare la proposta formulata dall'Amministrazione su apposita modulistica comunicando unitamente il Notaio che curerà l'atto.

    Il corrispettivo determinato avrà valore di attestazione del prezzo per il Notaio e resterà invariabile fino alla data del rogito che avverrà nei termini da concordare tra le parti.

  7. Quanto costa presentare la domanda?

    La presentazione della domanda e la successiva risposta a cura del Comune non prevedono costi di istruttoria e diritti di segreteria; è solamente necessario apporre una marca da bollo da 16,00 € nel modello di domanda.

  8. A chi spettano le spese inerenti e conseguenti la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà ovvero di rimozione dei vincoli e delle limitazioni di godimento sulle aree concesse in diritto di proprietà?

    Le spese notarili, catastali e ipotecarie, l'imposta di registro e di bollo, se ed in quanto dovute, inerenti e conseguenti la stipula dell'atto notarile, sono a carico del proprietario richiedente che potrà scegliere un Notaio di propria fiducia. E' certamente plausibile pensare che in caso di stipula di più soggetti con atto unico, i costi notarili subiscano un significativo abbattimento.

  9. In che modo e tempi andrà versato il corrispettivo?

    Il corrispettivo deve essere versato presso la Tesoreria Comunale previo rilascio della reversale bancaria. Il saldo del corrispettivo dovrà essere effettuato almeno il giorno prima della data fissata per il rogito. 

Note: 

Servizio Patrimonio

Indirizzo: Via della Repubblica, 10

lunedì ore 15.30 - 18.00; martedì ore 8.30 - 12.30; sabato ore 8.30 - 12.00
mercoledì, giovedì, venerdì: CHIUSO

Orario Estivo (mesi Luglio e Agosto)
lunedì 8.30 - 12.30; martedì e giovedì dalle ore  10.30 - 13.30
mercoledì, venerdì, sabato: CHIUSO

Tel: 051 791356
Mail: urbanistica@comune.ozzano.bo.it
PEC: comune.ozzano@cert.provincia.bo.it