IL PROGETTO

Il progetto della nuova scuola media Panzacchi - sezione prospettica (Fonte immagine https://www.bimportale.com)

Il progetto della nuova Panzacchi dà risposta a più esigenze, espresse da tempo dalla comunità:

  • una SCUOLA SICURA, AMPIA, FUNZIONALE secondo i requisiti che la     normativa attuale prescrive in tema di didattica ma anche di sicurezza, comfort, benessere, efficienza e sostenibilità sociale e ambientale (Linee guida del MIUR, DM 11.04.2013)
  • luoghi quali LA PALESTRA e l’AULA MAGNA/AUDITORIUM (per oltre 200 posti) per qualificare l’offerta formativa, ma anche funzionalmente autonomi e a disposizione della comunità per le attività sportive e culturali     
  • uno SPAZIO PUBBLICO ALL’APERTO che riqualifica, amplia e connette gli spazi di aggregazione e socializzazione presenti assumendo un ruolo urbano centrale ed identitario della comunità.

Per tali funzioni e caratteristiche, il complesso progettato, multifunzionale e “aperto” al territorio, si configura non solo come scuola, ma come centro civico e quale motore del territorio in grado di valorizzare istanze sociali, formative e culturali ed elemento qualitativo del tessuto urbano circostante. Ecco perché si è scelto di realizzarlo su viale 2 Giugno, nell’area che attualmente ospita il fabbricato della scuola media.

Si tratta di un intervento di rigenerazione urbana del contesto urbano di viale 2 Giugno e del capoluogo, con funzioni a servizio dei ragazzi e della comunità. A zero consumo di suolo non già urbanizzato.

 

Il percorso progettuale è iniziato nel 2017 con la predisposizione della documentazione per il Concorso di progettazione aperto in due fasi, svolto poi nella prima metà del 2018 con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Bologna. Alla selezione hanno partecipato più di 100 proposte progettuali, provenienti da tutta Italia e da alcuni stati europei. 

La proposta vincitrice è stata ideata dagli studi Area Progetti e Archisbang insieme ai singoli professionisti Andrea Cavaliere ed Elisa Sirombo (tutti di Torino e dintorni), a cui il Comune ha dunque affidato la progettazione successiva e di dettaglio, fino al livello esecutivo (ultimo livello di approfondimento).

QUI E’ PUBBLICATO IL CONCORSO DI PROGETTAZIONE:

https://www.concorsiarchibo.eu/scuola-media-panzacchi/home 

Con il PROGETTO ESECUTIVO, sono stati definiti e dettagliati tutti gli aspetti architettonici, funzionali, strutturali, impiantistici del complesso edilizio in attuazione degli obiettivi posti ed in relazione al contesto in cui sarà realizzato. Il progetto, completo dei pareri ed autorizzazioni richiesti dalla vigente normativa e della verifica e validazione, è stato approvato con deliberazione della Giunta comunale nr 61 del 21/6/2021.

 

CARATTERISTICHE DEL PROGETTO

Il complesso edilizio, in coerenza con le norme per l'edilizia pubblica, rispetta i requisiti di altissima prestazione energetica di edificio nZEB (nearly Zero Energy Building; con consumo di energia quasi zero), con l'ulteriore certificazione LEED.

 

Il dimensionamento dell’edificio scolastico tiene conto dell'evoluzione demografica della popolazione scolastica ovvero della necessità di avere una sezione in più rispetto alle sei attuali, passando quindi a sette sezioni, ossia 21 classi per 525 alunni. Oltre alle classi, nel blocco SCUOLA, sono previsti gli spazi per i laboratori e gli spazi multifunzionali per attività integrative, a gruppi di sostegno, e per particolari altre esigenze. Così lo spazio di collegamento (il connettivo) è progettato per essere utilizzato anche come luogo per attività di studio e lettura. In questo spazio la biblioteca assume un ruolo centrale. 

Nel progetto, l’organizzazione degli spazi prevede molte alternative alle aule, anche per spezzare più frequentemente  la  gabbia  del  gruppo  classe;  sono  pensati  spazi  destinati  alla  lettura  ed  attività  di relax (biblioteca) spazi per lo studio in piccoli gruppi, spazi laboratoriali; spazi sportivi e ricreativi; spazi esterni nel verde.

La biblioteca assume un ruolo centrale. Diffusa su tutto il piano terra, diviene il connettivo della scuola e si manifesta e localizza in forme diverse: come emeroteca di fronte all’ingresso, fruibile anche dai genitori nelle salette per i colloqui genitori/docenti, così che - se non occupate - rappresentano luoghi anche per lo studio individuale e silenzioso; lungo lo spazio distributivo del piano terra, con tavoli e sedute informali; sulla gradonata, con i libri a portata di mano; negli spazi esterni protetti che si creano nelle testate del blocco scuola, tra la "pelle dell'edificio" e le vetrate. Spazi di grande qualità, luminosi, contemporanei, flessibili, per la lettura tradizionale, ma, soprattutto, per esperienze di gruppo e di lettura aumentata. Al primo piano, infine, un locale dedicato ospita parte consistente del patrimonio librario con annessa una postazione per l'insegnante bibliotecario per le operazioni di informazione e prestito.

 

L’ATRIO di ingresso rappresenta lo snodo di tutte le funzioni e viene utilizzato anche come foyer dell’auditorium e ingresso alle attività sportive. Gli uffici amministrativi, di servizio a tutto l’istituto comprensivo, con un bacino di utenza di circa 1.400 studenti, sono localizzati al piano terra, in prossimità dell’ingresso.

 

La grande disponibilità di superficie dell’AUDITORIUM prevede un utilizzo  razionale e  legato alle attività della scuola, oltre che per manifestazioni di respiro cittadino; è realizzato con tutti gli accorgimenti acustici per l’ascolto della musica; le sedute sono in lieve pendenza, per facilitare la vista del palcoscenico, rialzato. Dotato di 214 posti, oltre a due stalli per disabili, contiene, inoltre, sala regia, guardaroba, locali di deposito per gli strumenti musicali dei laboratori scolastici, oltre ad uno spazio di servizio nel retro del palco.

 

Aperta anche alla comunità in orario extra scolastico, la PALESTRA è caratterizzata dall'importante superficie vetrata verso la strada e verso il Viale interno detto "delle Esperienze"; una tribuna gradonata sul lato più interno, garantisce ottima visibilità al campo da gioco sia dall’interno che dall’esterno. Le dimensioni sono calibrate su quelle di un campo regolamentare di basket; una suddivisione interna, prevista con tenda impacchettabile, può separare lo spazio in due porzioni per lo svolgimento in contemporanea di due lezioni/allenamenti.

 

La superficie utile complessiva è di 4.678 mq, suddivisi tra: 3.366 mq scuola, uffici e atrio; 890 mq palestra; 422 mq auditorium.

 

La relazione con quanto vi è intorno è un aspetto particolarmente importante e significativo che caratterizza il progetto, avendo tra gli obiettivi la riqualificazione urbana del contesto. Così il progetto ha definito la posizione dei blocchi edilizi (scuola, palestra, auditorium) – mettendoli in relazione tra loro e con ciò che sta intorno:

 

  • le funzioni civiche sono poste a sud con affaccio sul viale 2 Giugno (la palestra e l’aula magna/ auditorium)
  • la funzione scolastica, invece, è a nord nella porzione più riservata ma anche protetta rispetto alle fonti di inquinamento del viale (rumorosità e qualità dell’aria)

 

Congiuntamente si sono caratterizzati gli spazi aperti, differenziati per funzione:

 

  • lo spazio pubblico urbano su viale 2 Giugno
  • lo spazio di relazione nello spazio aperto a est che amplia come piazza il tratto adiacente della passeggiata delle scuole, connettivo del polo scolastico
  • lo spazio di pertinenza esclusivo dell’area scolastica a nord

 

Il progetto è stato recentemente selezionato da Cassa depositi e prestiti come esempio di edilizia scolastica d’eccellenza su scala nazionale per le caratteristiche innovative che contiene dal punto di vista della didattica, della sostenibilità ambientale, dell’inclusività e della ricaduta sul territorio.

La tecnica costruttiva scelta permette di contenere i tempi di cantiere (condizione richiesta soprattutto per ridurre i tempi della sede temporanea) ed il cronoprogramma allegato al progetto, stima una durata complessiva di realizzazione di 491 gg.