Via Impastato: un parco tutto nuovo

hanno preso il via, in questi giorni, i lavori per un nuovo tratto di ciclo-pedonale e piazzole belvedere
Via Impastato: un parco tutto nuovo; al via i lavori per un nuovo tratto di ciclo-pedonale e piazzole belvedere.
L'area verde interessata dai lavori è quella compresa fra le vie Impastato e Galvani e che costeggia il Rio Marzano. Unita al vicino parco Cevenini ed al parco della Vita, va a comporre un sistema di aree verdi dell'estensione di circa 50.000 mq che unisce tutta la parte ovest del capoluogo.
 
I lavori riguarderanno la sistemazione del nuovo parco che assumerà così un ruolo di collegamento tra le due aree esistenti, offrendo inoltre ulteriori opportunità paesaggistiche, grazie alla panoramicità della sua dislocazione in quota, aperta verso tutto il vallone del Rio Marzano.
 
Gli interventi in  progetto intendono innanzitutto mantenere il carattere paesistico/rurale dell’area, ma allo stesso tempo vogliono offrire motivi e spunti di passaggio e di sosta, attraverso un sistema di percorsi in calcestre,  materiale naturale e drenante, autocompattante e di piazzole belvedere con pedane di legno rivolte al panorama. 
 
Il nuovo parco ha una zona, quella più prossima alle case di via Galvani, in cui sono presenti diversi esemplari di alberi dei “nuovi nati”, disposti in filari doppi e paralleli alla fascia residenziale.
Qui verranno collocate piazzole di sosta e un pergolato, con panchine, e muri-panca a delimitare tali spazi, offrendo sedute rivolte alle diverse prospettive che si possono godere da questa zona più elevata e panoramica.
 
Questo settore del parco è collegato direttamente alla via Galvani  e  al sistema di parcheggi pubblici e di percorsi ciclopedonali che la costeggiano, fino a raggiungere il prospiciente parco Cevenini che verrà arricchito con la realizzazione di una postazione multifunzionale ad uso palestra outdoor. 
Dall’ambito di accesso del parco di Via Impastato si estende, verso il Rio Marzano, una trama di percorsi in calcestre; quello principale, che discende diretto al rio, riprende un tracciato rurale affiancato da alberi e arbusti, e da questo si staccano rami secondari trasversali che portano ad alcune pedane panoramiche in legno.
A valle, seguendo il corso dell’alveo del rio, sarà realizzato un percorso di maggiore ampiezza che andrà a collegarsi con il vicino Parco della Vita.
 
Il progetto prevede anche la possibilità di realizzare delle aree ortive accessibili e collegate fra loro con percorsi in calcestre la cui collocazione verrà condivisa con i cittadini residenti.
"Siamo molto soddisfatti del progetto che siamo riusciti ad elaborare con il prezioso apporto del tecnico progettista arch. Daniele Vincenzi, conclude l'Assessore Corrado. I lavori prevedono anche la realizzazione di un'area dedicata agli orti - significativa per gli aspetti sociali che riveste e necessaria anche per rispondere alla forte richiesta di tale dotazione da parte degli ozzanesi - la cui gestione sarà regolamentata con indicazioni sia sugli arredi che sul metodo di coltivazione e che dovrà essere a lotta biologica.  Sono attualmente in corso le necessarie verifiche e valutazioni sulla localizzazione di tale areale per condividerne appieno gli intenti e la realizzazione anche con i residenti delle aree limitrofe al nuovo parco."  

Data dell'articolo: 

30 Agosto 2019