PAIR: Dal 1° ottobre 2021 al 30 aprile 2022 tornano le misure per la qualità dell'aria

Dal 1° ottobre 2021 riprendono le misure strutturali ed emergenziali per la qualità dell’aria che resteranno in vigore fino al 30 aprile 2022.
PAIR: Dal 1° ottobre 2021 al 30 aprile 2022 tornano le misure per la qualità dell'aria

Fonte: Ufficio Stampa Città metropolitana di Bologna

 

Nelle domeniche ecologiche, fino a quattro al mese stabilite dalle singole ordinanze comunali, scatterà anche il blocco per i veicoli diesel Euro 4.

Il meccanismo che attiva le misure emergenziali si basa, come dall’anno scorso, sulla previsione di superamento dei valori giornalieri di PM10 per tre giorni a decorrere da quelli di controllo- che aumentano passando da due a tre: il lunedì, il mercoledì e il venerdì- e fino al giorno di controllo successivo.

Dal 1° ottobre 2021 al 30 aprile 2022, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30 sono valide le seguenti misure: 

stop a:

  • veicoli benzina fino a euro 2
  • veicoli diesel fino a euro 3
  • veicoli metano-benzina e GPL-benzina fino a euro 1
  • ciclomotori e motocicli fino a euro 1

 

Disco verde, invece, per la circolazione dei mezzi alimentati a benzina-metano e benzina-gpl euro 2 o superiori, elettrici, ibridi e quelli che viaggiano con almeno 3 persone a bordo, se omologati per 4 o più posti, e con almeno 2 persone, se omologati per 2 o 3 posti a sedere (car pooling). E via libera anche ai trasporti specifici o per usi speciali e ai mezzi in deroga, tra cui quelli di lavoratori turnisti, per chi si sposta per motivi di cura, assistenza o emergenza, per chi accompagna bambini a scuola o per i meno abbienti (potrà circolare un singolo guidatore con Isee annuo fino a 14mila euro).

Le limitazioni riguardano i Comuni dell'agglomerato di Bologna (Argelato, Calderara di Reno, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo dell’Emilia, Ozzano dell'Emilia, San Lazzaro di Savena e Zola Predosa) oltre a Bologna e Imola.

Fino al 30 aprile in tutti i comuni della pianura dell’Emilia-Romagna sotto i 30.000 abitanti, non potranno circolare i veicoli privati euro 0 ed euro 1 nei centri abitati dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 18.30. Sono esentati dai limiti i possessori di un solo veicolo - regolarmente immatricolato e assicurato - per nucleo familiare, con Isee inferiore a 19mila euro, muniti di autocertificazione. Qui l'elenco dei comuni interessati

Misure emergenziali

Scattano quando si prevede il superamento dei valori giornalieri di PM10 nel giorno di controllo e nei 2 giorni successivi. I giorni di controllo sono passati da 2 a 3 (lunedì, mercoledì e venerdì) e le limitazioni straordinarie entrano in vigore dal giorno seguente a quello di controllo e fino al giorno di controllo successivo. Il Bollettino è reso disponibile entro le 11 su www.liberiamolaria.it.

Quando scattano le misure emergenziali per abbassare i livelli di inquinamento alle limitazioni alla circolazione già previste dal lunedì al venerdì si aggiungono:

  • divieto di circolazione per i diesel euro 4,
  • divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva minore di 3 stelle,
  • abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° in attività produttive e artigianali,
  • divieto di combustione all’aperto,
  • divieto di sosta con motori accesi,
  • divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili.

Inoltre, è vietato anche l’abbruciamento dei residui vegetali fino al 30 aprile 2022, con eccezione dei trattamenti fitosanitari. In tutti i casi saranno potenziati i controlli per verificare il rispetto dei divieti.

Da ottobre 2022, diventerà poi obbligatoria la copertura delle vasche di stoccaggio degli effluenti zootecnici; la misura sarà affiancata da risorse e incentivi con appositi fondi anche del Programma di sviluppo rurale. 

 

Controlla qui se il tuo veicolo può circolare. Per conoscere nel dettaglio le limitazioni in vigore nei singoli Comuni è necessario consultare le relative ordinanze.

In tutti i Comuni (esclusi quelli montani) è invece sempre valido – da ottobre ad aprile – lo stop agli impianti a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico inferiori a 3 stelle (compresi anche i caminetti a legna aperti).

Per sapere quando scattano e quali sono le misure emergenziali e le domeniche ecologiche  iscriviti al servizio gratuito di alert sms (o mail) 

 

Tutti gli aggiornamenti sul sito Liberiamo l'aria

SCARICA L'ORDINANZA NR. 101 DEL 19/10/2021 SOTTO ALLEGATA

Data dell'articolo: 

28 Settembre 2021