Il gusto di leggere, leggere di gusto

Oggi, da casa, gli studenti ozzanesi parteciperanno alla Festa del Libro
Taglio del nastro Festa del libro

Oggi tutti gli alunni dell'Istituto comprensivo di Ozzano, a partire da quelli della materna per arrivare fino a quelli della scuola primaria di secondo grado, dovevano essere impegnati nell'organizzazione della Festa del Libro, un'iniziativa molto attesa sia dai ragazzi che dai loro familiari che, sempre molto numerosi, si riversavano nel vialetto delle scuole fra viale 2 Giugno e via A.Moro dove venivano esposti i lavori eseguiti dalle varie classi. Il tema della Festa del Libro di quest'anno, giunta alla 20'edizione,  doveva essere "IL GUSTO DI LEGGERE, LEGGERE DI GUSTO" e con la collaborazione della cooperativa Seacoop si era pensato di organizzare un progetto in tutte le classi della primaria che consisteva nel creare una tovaglietta per i pranzi da esporre poi, oggi pomeriggio, in Piazza Allende.  

Purtroppo la pandemia da COVID-19 ha costretto tutti noi a rivedere le nostre abitudini e a fare i conti con una realtà quotidiana molto diversa da quella a cui eravamo abituati. La scuola e quindi gli insegnanti, il personale scolastico e gli studenti tutti sono sicuramente fra coloro che, maggiormente, hanno risentito delle restrizioni governative. Dal 24 febbraio scorso nessuno di loro e' piu' potuto ritornare sui banchi, nelle classi. La scuola,come eravamo abituati noi a viverla, si e' fermata a fine febbraio, per ripartire, dopo poco, in una forma diversa, con le lezioni online e le interrogazioni in videoconferenza. Ancora oggi si continua cosi' e ancora oggi non vi sono certezze sulla ripresa a settembre e in che forma.   
L'Istituto comprensivo di Ozzano però ha fortemente voluto salvare alcuni progetti che caratterizzavano, da sempre, la ricca offerta formativa di Ozzano e, quello piu' rappresentativo, e' proprio la Festa del Libro.
"Sono stato contattato dal preside prof. Luca Prono, ci dice il Sindaco Lelli,  che mi ha illustrato come la scuola intendeva organizzare, anche quest'anno, la Festa del Libro. Sarebbe stata un'edizione un po' diversa, non concentrata nel vialetto delle scuole come accadeva negli anni passati dove venivano esposti i lavori eseguiti in classe dagli alunni sul tema della Festa, ma gli studenti avrebbero partecipato ognuno da casa propria....in parte con un progetto gia' svolto nei giorni scorsi che consisteva in un concorso fotografico lanciato fra gli alunni con foto scattate mentre, chiusi nelle loro camerette o in salotto in compagnia dei propri familiari, leggono dei libri ed in parte da svolgersi proprio oggi, giornata interamente dedicata alla Festa del Libro, con una sorta di flashmob dedicato alla lettura. Alle ore 10.00 io e il Preside provvederemo come sempre a tagliare il nastro della 20' edizione, e dalle 10.15 in poi gli alunni ozzanesi sono stati invitati ad affacciarsi alle finestre o uscire sui balconi e leggere alcune parti di un libro. Lo slogan, rivolto ai ragazzi, sotto il quale e' nata e si e' sviluppata  la Festa del Libro di quest'anno e' questo, infatti: "prendete un libro, aprite la finestra o uscite sul balcone e insieme a mamma, papà, fratelli o nonni fermatevi un attimo a leggere una poesia o un brano di un libro. Sentitevi uniti, insieme anche se lontani!!" 
"Come Amministrazione comunale abbiamo aderito subito alla proposta del nostro Istituto comprensivo, conclude il Sindaco, accettando anche di fare una vera inaugurazione con tanto di taglio del nastro come facevamo negli anni passati. Abbiamo ritenuto anche noi importante dare ai ragazzi questo segnale di "ripresa" e di "ritorno alla normalità" cosa a cui, tutti noi, speriamo di poter ritornare quanto prima".
 

Data dell'articolo: 

14 Maggio 2020