Coronavirus: cosa prevede il nuovo DPDCM fino al 15 gennaio

Con l'ultimo DPCM è vietato spostarsi fra Regioni nei giorni "gialli" (7 e 8 gennaio)

Dopo il Decreto "Natale" sulle misure anti-contagio per le festività, che scade il 6 gennaio, il Governo ha approvato un Nuovo  Decreto ponte in vigore dal 7 al 15 gennaio. Quest’ultimo provvedimento prevede che nei giorni 7 e 8 gennaio tutte le regioni siano in fascia giallarafforzata dal divieto di spostamenti fra le regioni stesse. Il 9 e 10 gennaio tutte le regioni saranno invece in fascia arancione, con le relative limitazioni previste.

Dall’11 gennaio le regioni torneranno alle fasce di rischio – gialla, arancione, rossa - assegnate dal ministero della Salute venerdì 8 sulla base dell’andamento epidemiologico, con un inasprimento dei criteri (per entrare in fascia arancione l’indice di trasmissibilità, l’Rt regionale, si abbassa da 1,25 a 1 e per entrare in zona rossa da 1,5 a 1,25).

Dal 7 gennaio riaprono i servizi educativi per l’infanzia e le scuole materneelementari e medie, in presenza. E le superiori con didattica a distanza per tutti gli studenti: l'avvio delle lezioni in aula in presenza al 50% è stato infatti rinviato dal Governo all'11 gennaio.

Il 7 e 8 gennaio, quindi,  tutta Italia è in zona gialla rafforzata, pertanto  non sono consentiti spostamenti tra regioni e riapertura di bar e ristoranti solo fino alle 18.00.

 Il 9 e 10 si passa tutti in zona arancione, poi, da lunedì 11 gennaio, torna la differenziazione tra regioni (gialle, arancioni, rosse) a seconda del rischio. Il rientro in presenza alle superiori slitta all'11 gennaio. E’ quanto previsto dal nuovo Decreto Legge (emanato il 4 gennaio 2021) con le misure per il contenimento del contagio da Covid valide a livello nazionale per il periodo 7-15 gennaio. 

Ancora vietato uscire dalla regione per raggiungere le seconde case e visitare amici e parenti, mentre resta consentito il rientro al domicilio, abitazione o residenza.

Fino al 15 gennaio continua il coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00 e l’obbligo di autocertificazione per gli spostamenti interregionali

Data dell'articolo: 

7 Marzo 2020