Lotta alla zanzara tigre e cimice degli olmi

Le zanzare si combattono solo unendo le forze: mentre il Comune interviene nelle aree collettive, ciascun Cittadino deve contribuire a limitare lo sviluppo dei focolai larvali eseguendo gli interventi necessari nel contesto privato. L'Amministrazione Comunale, a partire da aprile 2017, distribuisce gratuitamente ai cittadini ozzanesi le pastiglie larvicida. I blister per il trattamento sono disponibili presso il centralino dal lunedì al venerdì dalle 12.00 alle 18.00 e dal martedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.00.

Segnaliamo le principali norme per prevenire la formazione di focolai larvali

Trattare mensilmente - da aprile a settembre - i tombini e le caditoie, in cui possa ristagnare l'acqua piovana, avendo cura di mantenere pulito il tombino da un'eccessiva presenza di detriti e foglie;
Evitare la formazione di ristagni d'acqua ed eliminare tutto ciò che può trattenere acqua piovana;
Ripulire periodicamente i canali di gronda;
Coprire con reti a maglie fini o chiudere ermeticamente i bidoni per gli orti.

Dove si sviluppa la zanzara

L'acqua è il suo ambiente di crescita e preferisce le piccole raccolte temporanee (sottovasi, bidoni per gli orti, annaffiatoi, abbeveratoi, barattoli, recipienti, bottiglie, lattine, rottami, copertoni usati, lavatrici mobili o altro materiale abbandonato o stoccato all'aperto, teli plastici di copertura non ben tesi, ecc.). Per tali situazioni, pertanto, va effettuata la svuotatura del recipiente.

Importante è curare le Attività Produttive in zone residenziali e industriali, dotate di ampi piazzali con molti tombini di grandi dimensioni e con materiali esposti alle piogge, dove si possono formare e mantenere piccole riserve d'acqua (teli, pezzi metallici, incavi di vario genere, ecc.).

La cimice degli olmi

La cimice degli olmi ha fatto la sua comparsa massiccia nelle nostre aree residenziali. Si tratta di una piccola cimice nera e rossa lunga 6-7 millimetri. Per maggiori informazioni consultare il PDF in allegato.

Allegato: 

Cimice degli olmi (275.18 KB - pdf)
le buone pratiche.pdf (1014.36 KB - pdf)