Autorizzazione paesaggistica per interventi da eseguirsi in immobili ad uso residenziale

 

L'autorizzazione paesaggistica ordinaria o semplificata è disciplinata dalla seguente normativa: D.Lgs. 42/2004 – DPR 139/2010  

Modalità di presentazione

La domanda per il rilascio dell'autorizzazione paesaggistica ordinaria o semplificata, sottoscritta dal proprietario, possessore o detentore, a qualsiasi titolo, dei beni indicati alla parte III del D.Lgs. 42/2004, è presentata al Comune di Ozzano dell'Emilia - Servizio assetto del Territorio utilizzando la modulistica predisposta.

Alla domanda di autorizzazione paesaggistica ordinaria è fatto l'obbligo di allegare una dettagliata relazione paesaggistica i cui criteri di redazione sono contenuti nell'allegato al DPCM del 12/12/2005, alla domanda di autorizzazione paesaggistica semplificata una relazione redatta secondo l'allegato al DPR 31/2017

Note: 

Informazioni dell'ufficio Servizio Assetto del Territorio

Orario Invernale:

lunedì ore 15.30-18.00; martedì ore 8.30-12.30; sabato ore 8.30-12.00

mercoledì, giovedì, venerdì: CHIUSO

Orario Estivo (mesi Luglio e Agosto)
lunedì 8.30-12.30; martedì e giovedì dalle ore  10.30-13.30

mercoledì, venerdì, sabato: CHIUSO

Indirizzo: Via della Repubblica n. 10

Città: 40064 Ozzano dell'Emilia (BO)

E-mail: edilizia_privata@comune.ozzano.bo.it 

PEC: comune.ozzano@cert.provincia.bo.it 

Responsabile del procedimento: Geom. Maura Tassinari

Telefono: 051 791356

E-mail: urbanistica@comune.ozzano.bo.it

Sostituto in caso di inerzia: Responsabile Settore Gestione del Territorio Francesca Gozzi

E-mail: francesca.gozzi@comune.ozzano.bo.it

 

Altre specifiche o informazioni

 Non è necessaria l'autorizzazione di cui sopra per:

  • interventi previsti dall'art. 149 del D.Lgs. 42/2004
  • interventi previsti dall'allegato A al DPR 31/2017

 

In caso di autorizzazione la stessa è efficace per un periodo di cinque anni decorrente dal giorno in cui acquista efficacia il titolo edilizio eventualmente necessario per la realizzazione dell'intervento. Qualora i lavori siano iniziati nel quinquennio possono essere conclusi entro e non oltre l'anno successivo alla scadenza del quinquennio medesimo. Allo scadere dei termini l'esecuzione dei progettati lavori deve essere sottoposta a nuova autorizzazione.

Contribuzione a carico del richiedente:

  • diritti di segreteria (da versarsi al deposito della suddetta richiesta)
  • bolli del valore corrente (sulla richiesta e sull'autorizzazione paesaggistica)