Svincoli aree PEEP - Diritto di Superficie e Diritto di Proprietà - PIP

 

Con la Deliberazione del Consiglio Comunale n.ro 64 del 31/10/2012 è stato approvato il nuovo ”Regolamento comunale per il riconvenzionamento Aree Peep Art. 31 commi dal 45 al 50 della Legge 448/98 e smi” per la TRASFORMAZIONE IN PROPRIETA’ DELLE AREE CONCESSE IN DIRITTO DI SUPERFICIE RIMOZIONE DEI VINCOLI E DELLE LIMITAZIONI DI GODIMENTO SULLE AREE CONCESSE IN DIRITTO DI PROPRIETA’

(legge 23 dicembre 1998n. 448 articolo 31 commi dal 45 al 50 e successive modifiche ed integrazioni)

Il Regolamento ha per oggetto i seguenti casi:

  • la cessione in proprietà delle aree comprese nei piani approvati a norma della legge 18 aprile 1962, n. 167 (piani di zona per le aree PEEP), ovvero delimitate ai sensi dell’articolo 51 della legge 22 ottobre 1971, n. 865, già concesse in diritto di superficie ai sensi dell’articolo 35, quarto comma. della medesima legge n. 865 del 1971;
  • la rimozione dei vincoli e delle limitazioni di godimento sulle aree comprese nei piani approvati a norma della legge 18 aprile 1962, n. 167 (piani di zona per le aree PEEP), ovvero delimitate ai sensi dell’articolo 51 della legge 22 ottobre 1971, n. 865, già concesse in diritto di proprietà ai sensi dell’articolo 35 della medesima legge n. 865 del 1971.
  • la rimozione dei vincoli di prezzo e di canone massimo di locazione contenuti nelle convenzioni stipulate ai sensi dell’articolo 8 della legge 10/77 e dell’articolo 18 del T.U. dell’edilizia ai sensi del comma 49-ter dell’articolo 31 della legge 448/98 e s.m.i.
  • la rimozione dei vincoli per gli alloggi Peep che hanno usufruito di contributo regionale.

Modalità di presentazione

Le domande di trasformazione delle aree già concesse in diritto di superficie o per la  rimozione veicoli  e delle limitazioni di godimento delle aree già concesse in diritto di proprietà ai sensi dell’articolo 35 della legge 865/7 precedentemente l’entrata in vigore della legge 17 febbraio 2992, n. 179, nonché le domande per la rimozione dei vincoli di prezzo massimo di cessione e di canone massimo di locazione contenuti nelle convenzioni stipulate a norma dell’articolo 8 della legge 10/77 o dell’articolo 18 del T.U. sull’edilizia, devono essere presentate, sul modello appositamente predisposto è reperibile sul Sito Internet del Comune di Ozzano dell'Emilia, oppure può essere ritirato direttamente presso il Servizio Urbanistica del Comune al 3° Piano accompagnate da una auto-dichiarazione attestante la proprietà dell’alloggio o di altra unità immobiliare a diversa destinazione.

Il comune comunicherà con raccomandata AR, a ciascuno dei soggetti assegnatari che presenteranno domanda, il corrispettivo relativo al proprio alloggio. L’interessato deve accettare la proposta formulata dal Comune, entro 60 giorni dalla data del suo ricevimento, utilizzano l'apposito modulo messo a disposizione, pena la decadenza della offerta; fatta salva la possibilità, per l’interessato di presentare una nuova domanda

Il corrispettivo, così determinato resterà invariabile fino alla data del rogito e avrà valore di attestazione del prezzo per il notaio che curerà l’atto.

Nei trenta giorni successivi alla presentazione della domanda il Comune provvederà all’istruttoria delle domande pervenute.

Allegato: 

Note: 

Informazioni dell'ufficio Servizio Patrimonio

Orario Invernale:

lunedì ore 15.30-18.00; martedì ore 8.30-12.30; sabato ore 8.30-12.00

mercoledì, giovedì, venerdì: CHIUSO

Orario Estivo (mesi Luglio e Agosto)
lunedì 8.30-12.30; martedì e giovedì dalle ore  10.30-13.30

mercoledì, venerdì, sabato: CHIUSO

Indirizzo: Via della Repubblica n. 10

Città: 40064 Ozzano dell'Emilia (BO)

Telefono: 051 791356 - fax 051 791321

E-mail: urbanistica@comune.ozzano.bo.it

PEC: comune.ozzano@cert.provincia.bo.it 

 

Responsabile del procedimento

Responsabile settore/procedimento - Geom. Maura Tassinari

Telefono: 051 791356

E-mail: urbanistica@comune.ozzano.bo.it

Sostituto in caso di inerzia: Responsabile Settore Gestione del Territorio Francesca Gozzi

E-mail: francesca.gozzi@comune.ozzano.bo.it

 

Altre specifiche o informazioni

 La trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà nonché la soppressione dei limiti di godimento e la rimozione dei vincoli di prezzi massimo di cessione e di canone massimo di locazione di cui al precedente articolo 1, sarà formalizzata con atto pubblico registrato e trascritto nei registri di pubblicità immobiliare.

Le spese notarili, catastali e ipotecarie, l’imposta di registro e di bollo, se ed in quanto dovute, inerenti e conseguenti la cessione del diritto di proprietà delle aree già concesse in diritto di superficie, nonché la rimozione dei vincoli di godimento sono a carico del proprietario richiedente.

Il corrispettivo determinato deve essere versato presso la Tesoreria Comunale previo rilascio di reversale bancaria da richiedersi tempestivamente ai servizi finanziari del Comune. La quietanza deve essere esibita al notaio rogante l'atto, il quale ne farà espressa menzione nell'atto.

Il saldo del corrispettivo dovrà essere effettuato almeno il giorno prima della data fissata per il rogito.

La stipula notarile potrà avvenire soltanto dopo il versamento dell'intero corrispettivo.

Contribuzione a carico del richiedente:

  • Importo del corrispettivo calcolato da corrispondere al comune di Ozzano dell'Emilia
  • Importo della Stipula dell'Atto Notarile da corrispondere direttamente al Notaio incaricato
  • Eventuale corrispettivo da corrispondere alla Regione Emilia Romagna nel caso in cui l'alloggio sia stato concesso con tale contributo.